Le criticità della Gestione delle Manutenzioni in ambito industriale.

Autore

Simone Bartalesi | Kairos Software CEO

Condividi su linkedin

Nell’eterogeneo scenario industriale sussistono criticità disparate e comuni, più o meno rilevanti, in termini di impatto sull’efficienza produttiva e sui margini di profitto.

Una delle più costanti riguarda il deperimento di macchine ed impianti di produzione, che con il passare del tempo possono diminuire le proprie prestazioni. Questo tipo di deperimento può essere di duplice natura ovvero fisico, per cui prende il nome di senescenza, o tecnologico, indicato con il termine di obsolescenza.

Oltre a comportare una diminuzione del valore dell’impianto e della sua capacità produttiva, questo deterioramento influisce negativamente anche sul costo della manutenzione, in particolare quella correttiva o a guasto.

Nell’eterogeneo scenario industriale sussistono criticità disparate e comuni, più o meno rilevanti, in termini di impatto sull’efficienza produttiva e sui margini di profitto.

Una delle più costanti riguarda il deperimento di macchine ed impianti di produzione, che con il passare del tempo possono diminuire le proprie prestazioni. Questo tipo di deperimento può essere di duplice natura ovvero fisico, per cui prende il nome di senescenza, o tecnologico, indicato con il termine di obsolescenza.

Oltre a comportare una diminuzione del valore dell’impianto e della sua capacità produttiva, questo deterioramento influisce negativamente anche sul costo della manutenzione, in particolare quella correttiva o a guasto.

Ne consegue che conoscere l’incidenza di questi fattori sul costo della manutenzione diventa necessario per valutare se riparare oppure sostituire completamente l’impianto e il primo compito di un responsabile delle manutenzioni è proprio quello di calcolare questi costi suddividendoli in due tipologie:

  • Costi diretti: quantificati a partire dai contratti in essere con i fornitori incaricati degli interventi di manutenzione
  • Costi indiretti: quantificati a partire alle ore di fermo macchine causate da un guasto e che definiscono l’impatto in termini di mancata produzione e quindi mancato guadagno.

In base a questa considerazione ed al livello di obsolescenza degli assets, è possibile valutare molteplici alternative di azione come l’introduzione di un macchinario alternativo su cui spostare la produzione in caso di guasto, la sostituzione o la semplice previsione di manutenzioni straordinarie.

In questo contesto un software di gestione delle manutenzioni come Kairos EAM, grazie alla raccolta di informazioni strutturata e condivisa, può rivelarsi vantaggioso per molteplici aspetti:

  • Tempestività di azione: grazie alla possibilità di analizzare i dati in modo preventivo permette di risolvere il problema nel minor tempo possibile
  • Analisi dei costi: grazie al censimento dei fornitori, la gestione dei contratti e la registrazione degli interventi di manutenzione, è possibile valutare se i costi diventano troppo rilevanti tanto da comportare una sostituzione dell’asset
  • Azioni correttive: sempre grazie all’analisi delle informazioni registrate, rende possibile implementare interventi di riduzione dei costi delle manutenzioni a guasto e valutare l’introduzione di eventuali linee di produzione aggiuntive per ridurre i tempi di fermo macchina.
  • Analisi delle cause, permette di considerare azioni volte a ridurre la gravità degli eventi ed i tempi di riparazione, ad esempio, stimando le tempistiche di approvvigionamento dei pezzi di ricambio e la relativa quantità di scorta a magazzino.

Queste considerazioni, vitali per la sopravvivenza dell’azienda in un mercato sempre più competitivo, possono essere eseguite grazie a Kairos EAM, un software dedicato alle manutenzioni in grado di provvedere alla codifica, censimento, registrazione, analisi e costificazione di una grande quantità di assets in modo organizzato e intuitivo.

 

 

 

Ne consegue che conoscere l’incidenza di questi fattori sul costo della manutenzione diventa necessario per valutare se riparare oppure sostituire completamente l’impianto e il primo compito di un responsabile delle manutenzioni è proprio quello di calcolare questi costi suddividendoli in due tipologie:

  • Costi diretti: quantificati a partire dai contratti in essere con i fornitori incaricati degli interventi di manutenzione
  • Costi indiretti: quantificati a partire alle ore di fermo macchine causate da un guasto e che definiscono l’impatto in termini di mancata produzione e quindi mancato guadagno.

In base a questa considerazione ed al livello di obsolescenza degli assets, è possibile valutare molteplici alternative di azione come l’introduzione di un macchinario alternativo su cui spostare la produzione in caso di guasto, la sostituzione o la semplice previsione di manutenzioni straordinarie.

In questo contesto un software di gestione delle manutenzioni come Kairos EAM, grazie alla raccolta di informazioni strutturata e condivisa, può rivelarsi vantaggioso per molteplici aspetti:

  • Tempestività di azione: grazie alla possibilità di analizzare i dati in modo preventivo permette di risolvere il problema nel minor tempo possibile
  • Analisi dei costi: grazie al censimento dei fornitori, la gestione dei contratti e la registrazione degli interventi di manutenzione, è possibile valutare se i costi diventano troppo rilevanti tanto da comportare una sostituzione dell’asset
  • Azioni correttive: sempre grazie all’analisi delle informazioni registrate, rende possibile implementare interventi di riduzione dei costi delle manutenzioni a guasto e valutare l’introduzione di eventuali linee di produzione aggiuntive per ridurre i tempi di fermo macchina.
  • Analisi delle cause, permette di considerare azioni volte a ridurre la gravità degli eventi ed i tempi di riparazione, ad esempio, stimando le tempistiche di approvvigionamento dei pezzi di ricambio e la relativa quantità di scorta a magazzino.

Queste considerazioni, vitali per la sopravvivenza dell’azienda in un mercato sempre più competitivo, possono essere eseguite grazie a Kairos EAM, un software dedicato alle manutenzioni in grado di provvedere alla codifica, censimento, registrazione, analisi e costificazione di una grande quantità di assets in modo organizzato e intuitivo.

Scopri di più su Kairos EAM